Weekend primo maggio, summit del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica

Riunione del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica. Pianificazione e potenziamento delle misure di vigilanza e controllo da attuare in occasione del prossimo week-end.

“Occorre un forte senso di responsabilità da parte di tutti, amministrazioni e cittadini, per accompagnare questa delicata e graduale fase di riaperture nell’ottica di poter fruire e preservare nel tempo i maggiori spazi di libertà oggi consentiti. Il ritorno della Campania e della provincia di Avellino in zona gialla non devono farci, quindi, abbassare il livello di guardia nella consapevolezza che il primo strumento di contrasto al virus è affidato ai comportamenti dei singoli, che devono continuare a rispettare le misure di prevenzione e di protezione per evitare situazioni di rischio possibili grazie agli allentamenti delle restrizioni e ad una diffusa voglia di movimento e di socialità. Di pari passo i Primi Cittadini devono assicurare il massimo sforzo non solo per vigilare nei rispettivi territori, ma anche e soprattutto, per sensibilizzare le loro comunità all’osservanza di comportamenti rispettosi e delle cautele necessarie”

E’ quanto ha dichiarato il Prefetto Paola Spena che, questa mattina, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, il Sindaco di Avellino, il Sindaco di Montoro e delegato Anci, i rappresentanti delle Amministrazioni Provinciale e Comunale di Ariano Irpino, per pianificare il potenziamento delle misure di vigilanza e controllo da attuare in occasione del prossimo week-end, il primo, dopo molte settimane, in area gialla per la Campania con particolare riguardo alle aree di maggiore attrazione turistica e di ritrovo giovanile.

Nel corso della riunione, il Prefetto, nel ribadire la necessità di porre in essere ogni strumento utile per garantire la sostenibilità delle aperture, in un lasso di tempo più lungo possibile, nei singoli contesti locali, sia sotto il profilo sociale che economico, con particolare riguardo alle attività degli esercizi commerciali e della ristorazione, ha evidenziato l’indispensabilità di proseguire nei servizi di controllo.

Ha sottolineato, al contempo, l’imprescindibile supporto che deve essere, altresì, fornito dalle Polizie locali, nell’ambito della generale cornice di sicurezza garantita da tutte le Forze dell’Ordine, con le quali sono state programmate mirate attività volte ad assicurare il rigoroso rispetto delle regole anti Covid e sostenere, così, nella maniera più adeguata anche la campagna vaccinale che si sta ulteriormente incrementando.