Webuild completa posizionamento dei 3 ponti sulla linea Napoli-Cancello

Con il posizionamento del terzo ponte Webuild completa le operazioni di realizzazione dei tre ponti ad arco sulla tratta Napoli‐Cancello della linea ferroviaria ad alta velocità/capacità Napoli‐Bari, opera commissionata da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). Sono state infatti completate le operazioni per il terzo ed ultimo dei ponti ferroviari in acciaio ad arco, nel comune di Acerra, che permetterà il superamento di una delle principali arterie della viabilità locale, con una soluzione ingegneristica all’avanguardia che consente di minimizzare gli impatti sul traffico cittadino, durante tutta la fase di costruzione.

 

La linea ferroviaria Napoli‐Bari è un’opera strategica per il potenziamento della sostenibilità e della velocità di trasporto nel Sud Italia: una volta ultimata, dimezzerà quasi i tempi di percorrenza tra Napoli e Bari, rendendo più vicini il Nord e il Sud dell’Italia. Una importante occasione di sviluppo già dalla fase di costruzione: per la realizzazione delle sole tratte Napoli‐Cancello e Apice‐Hirpinia, oggi in costruzione, sono attualmente impiegate circa 2.400 persone, incluso l’indotto legato ad una lunga filiera di fornitori diretti, che si compone ad oggi di oltre 400 aziende italiane, di cui circa 190 del Sud Italia.

 

L’ultimo ponte posizionato, come gli altri due già collocati nella loro posizione definitiva nei mesi scorsi, ha un peso di 2.500 tonnellate ed è lungo circa 80 metri con un’altezza di 21 metri. Il ponte è stato assemblato su un piazzale appositamente realizzato in affiancamento alla viabilità in esercizio e, con soluzioni ingegneristiche all’avanguardia, è stato portato alla quota di varo, a circa 6 metri dal piano strada, tramite torri di sollevamento chiamate strand jack e particolari martinetti, i jack up. Successivamente, il ponte è stato preso in carico da 18 speciali carrelloni, che hanno distribuito il peso su 104 assi gommati e portato il ponte in posizione definitiva sugli appoggi in circa 10 ore.

 

L’impegno di Webuild nel Sud Italia risale agli anni Trenta, con la realizzazione come Gruppo di oltre 280 opere. Nel Sud Italia, Webuild è oggi al lavoro su 15 grandi progetti. In ambito ferroviario, in Sicilia, sta realizzando anche il raddoppio della linea ferroviaria ad alta capacità Palermo‐Catania, nella tratta Bicocca‐Catenanuova, e di quella tra Catania e Messina, nella tratta Giampilieri‐Fiumefreddo (2° Lotto Funzionale Taormina‐ Giampilieri e 1° Lotto Funzionale Fiumefreddo Taormina/Letojanni), di più recente aggiudicazione. Lungo la linea ad alta velocità Napoli‐Bari, è attualmente impegnato nella realizzazione di quattro tratte: la Napoli‐ Cancello, interessata dalle operazioni di varo di oggi, a cui si aggiungono la Apice‐Hirpinia, la Hirpinia‐Orsara e la Orsara‐Bovino, per complessivi 74 chilometri di linea ferroviaria ad alta velocità.

 

***

Webuild, il nuovo Gruppo che nasce nel 2020 da Salini Impregilo, è uno dei maggiori global player nella realizzazione di grandi infrastrutture complesse per la mobilità sostenibile, l’energia idroelettrica, l’acqua, i green buildings (sustainable mobility, clean hydro energy, clean water, green buildings), supportando i clienti nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile ‐ SDG. Il Gruppo è l’espressione di 115 anni di esperienza ingegneristica applicata in 50 paesi in cinque continenti, con 70.000 dipendenti tra diretti e indiretti, di oltre 100 nazionalità. Riconosciuto per 5 anni da Engineering News ‐ Record (ENR) come prima società al mondo per la realizzazione di infrastrutture nel settore acqua (dighe, progetti idraulici e di smaltimento acque reflue, impianti di potabilizzazione e dissalazione), dal 2018 è incluso nella top ten del settore ambiente ed è anche leader nel settore della mobilità sostenibile (in particolare metropolitane e ferrovie, oltre a strade e ponti). Firmatario del Global Compact delle Nazioni Unite, il Gruppo esprime le sue competenze in progetti come le metropolitane di Milano M4, Grand Paris Express, Cityringen di Copenhagen, Sydney Metro Northwest in Australia, Red Line North Underground a Doha, Linea 3 Metro a Riyadh; le linee ferroviarie ad alta velocità in Italia; il nuovo Ponte di Genova in Italia e il nuovo Gerald Desmond Bridge a Long Beach, California; l’espansione del Canale di Panama; l’impianto idroelettrico Snowy 2.0 in Australia; la diga di Rogun in Tajikistan; l’Anacostia River Tunnel e il Northeast Boundary Tunnel a Washington D.C.; lo stadio Al Bayt, che ospiterà la coppa del mondo del 2022 in Qatar. Alla fine del 2020 ha registrato un portafoglio ordini totale di €41,7 miliardi, con oltre l’89% del backlog costruzioni relativo a progetti legati all’avanzamento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Webuild, soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di Salini Costruttori S.p.A., ha sede in Italia ed è quotata presso la Borsa di Milano (Borsa Italiana: WBD; Reuters: WBD.MI; Bloomberg: WBD:IM).