Violenza sessuale aggravata, in carcere un 50enne di Bonito

[Comunicato stampa Carabinieri]
A
seguito di una mirata ed articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Stazione di Bonito (AV) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento nei confronti di un 50enne di Bonito, ritenuto gravemente indiziato dei delitti di maltrattamenti contro familiari e di violenza sessuale aggravata.

L’uomo, in stato di alterazione dovuta all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, diventava spesso fortemente aggressivo e violento nei confronti dell’intero nucleo familiare.

In particolare, in seguito a banali discussioni, percuoteva la moglie e i figli con calci e pugni, minacciando di ucciderli, se non avessero accolto le sue richieste e sottoponendoli a violenze fisiche e psicologiche, anche sessuali.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.