Verso il ballottaggio: Festa presenta un tris di consulenti

Verso il ballottaggio, Gianluca Festa presenta i consulenti che dovrebbero affiancarlo nel caso in cui dovesse diventare sindaco di Avellino.

Si tratta di Fabio Amatucci, Carmela Fedele e Giulio Baffi. Ad Amatucci, irpino, docente alla Sda Bocconi School of Management e professore associato di Economia delle aziende e delle Amministrazioni pubbliche all’Università del Sannio, sarà affidata la gestione e la valorizzazione del patrimonio comunale.

Fedele, architetto che da oltre trent’anni elabora progetti di recupero e riutilizzo di strutture pubbliche (tra queste l’Albergo dei poveri e l’Ospedale militare a Napoli), si occuperà invece della Rigenerazione urbana del centro storico e delle iniziative di resilienza urbana, previste per le periferie della città.

Giulio Baffi, presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, membro del consiglio di amministrazione della fondazione Eduardo de Filippo ed autore di numerosi saggi, sarà affidata la supervisione della programmazione culturale dell’ente di Piazza del Popolo.

“Parliamo di tre esperti che hanno apprezzato la nostra idea di città, – dichiara Festa – che hanno raggiunto importanti risultati nella loro vita professionale e che vogliono mettersi a disposizione, in maniera ammirevole, di Avellino e della sua comunità.

Con il contributo di questi tre esperti di assoluto valore, potremo dare maggiore slancio all’azione di governo”.

Non sono mancate le accuse al suo competitor del 9 giugno Luca Cipriano: “Le fiction le lasciamo alle tv nazionali, noi viviamo la vita vera mentre c’è qualcuno che ama viverla in tv. Noi preferiamo la parte di Avellino lontana dal potere”.