“V.I.TE. – Verso l’Inclusione TErritoriale”, confronto conclusivo sulle politiche sociali territoriali

Mercoledì 29 Giugno presso la Sala consiliare del comune di Altavilla Irpina (AV) e giovedì 30 Giugno alle ore 11.30 e successivamente nella Sala consiliare del Comune di Montefredane (AV), avranno luogo gli incontri di confronto conclusivi del progetto “V.I.TE. – Verso l’Inclusione TErritoriale” -I.T.I.A. INTESE TERRITORIALI DI INCLUSIONE ATTIVA – P.O.R. Campania FSE 2014-2020, ASSE II Obiettivi Specifici 6 -7, Azioni 9.1.2 – 9.1.3 – 9.2.1 – 9.2.2 CODICE CUP: G69D18000060008 – CODICE SURF: 17076AP000000005 – CODICE UFFICIO: N. 4 (D.D n. 191 del 22.06.2018).
Il progetto che vede il Comune di Avellino capofila, insieme ai soggetti del Terzo settore presenti nel territorio, sono risultati beneficiari dei fondi I.T.I.A., con il PROGETTO “V.I.TE. Verso l’Inclusione TErritoriale” per supportare famiglie, minori e soggetti vulnerabili del nostro territorio. L’intervento ha avuto una durata di ben 21 mesi, fino a Giugno 2022 e si è posto diversi obiettivi: primo tra tutti quello di proporre una strategia mirata ai bisogni degli utenti, già in carico all’ambito A04; secondariamente quello di incrementare la rete di servizi attorno all’ambito sociale, in una ottica di sussidiarietà circolare e risposte multilivello.
Sicuramente la pandemia ha imposto dei limiti e alcune modifiche allo svolgimento delle attività che comunque sono state portate avanti dagli operatori del progetto. “Da Settembre 2020 stiamo accogliendo le famiglie e i minori provenienti dai comuni e dalle scuole che necessitano di supporto. Non è facile riorganizzare servizi in questo periodo di incertezza, abbiamo lavorato molto per mantenere aperti e sicuri i centri.”- dichiarano le operatrici del centro di Altavilla, afferenti alla ASSEL – Assistenza e Lavoro, cooperativa sociale, partner del progetto, responsabile dell’Azione A.
Gli incontri rappresentano non solo il compendio delle attività svolte dallo sportello ma hanno anche l’obiettivo di far confrontare gli operatori del territorio e i cittadini rispetto ai servizi territoriali.
Di seguito i partner del progetto: Cultura Formazione Progresso, promotore dei percorsi di tirocinio e dei servizi di empowerment; Fondazione Opus Solidarietatis Pax Onlus ulteriore co-responsabile per l’azione A, supporto con le famiglie e i minori.