Us Avellino, una difesa bunker che fa ben sperare

Una difesa bunker. Nelle due gare giocate l’Avellino ha mostrato un rendimento straordinario nel reparto arretrato, non rischiando praticamente nulla. Forte non ha subito gol e se questo è accaduto, è anche merito di una retroguardia solida. I campionati si vincono con le grandi difese e Braglia ha impostato il suo lupo, su una fase difensiva eccellente. Luigi Silvestri, Miceli e anche il giovane Rocchi nelle due partite contro Viterbese e Palermo sono stati praticamente perfetti. Un buon segnale per il trainer toscano che ha fatto della retroguardia impenetrabile un ottimo marchio di fabbrica. Peccato per l’infortunio di Laezza, qualora dovesse recuperare per la parte finale della stagione il trainer ex Cosenza avrà una freccia in piu’.