Us Avellino, miraggio fidejussione e mercato ancora fermo

Con la velocità di un bradipò l’Avellino sta cercando di produrre la fidejussione per riuscire a completare il mercato.

Ma da questo momento in poi, i lupi potranno attingere solo alla lista degli svincolati, considerando che entro ieri alle 22, il mercato, quello delle trattative ufficiali, si è concluso.

Ignoffo e Di Somma, a causa della lentezza della società (ci sono dubbi anche sulla volontà di vendere), hanno perso due obiettivi sensibili: Blondett e Rizzo.

C’è da sistemare la posizione di De Marco, Minucci, Charpentier, Karic e Stojkovic, ma anche da trovare altri elementi che possano permettere ai lupi di disputare una stagione tranquilla.

Il 6 settembre si avvicina e l’Avellino è ancora nel caos più totale. Il presidente Mauriello invece di sbattere i pugni, dimostri veramente alla piazza che il suo essere tifoso non è un concetto aleatorio.