Us Avellino, lupi troppo nervosi. Così non va…

Il nervosismo mostrato nelle ultime uscite dalla squadra di Braglia va messo da parte. La tenuta mentale dei lupi bisogna migliorarla assolutamente, anche perchè non si può sempre restare in dieci.

Dopo Maniero e Miceli è toccato a Luigi Silvestri lasciare anzitempo il campo da gioco nel match di ieri sera contro la Paganese.

Errori che stanno costando caro ai lupi, già falcidiati dagli infortuni. Una squadra, quella biancoverde, che di sicuro può lottare per i primi posti, ma che ha mostrato qualche carenza strutturale almeno in mediana.

Quello sembra essere il punto debole del gruppo biancoverde, dove con l’infortunio di De Francesco sono andati in difficoltà anche Aloi e D’Angelo. Serve un regista, un giocatore in grado di garantire il salto di qualità. Sicuri che se verrà individuato il giocatore giusto, patron D’Agostino non se lo farà sfuggire.