Us Avellino, Idc nuova proprietà. Circelli prova a convincere Izzo

E’ un giorno molto lungo per i tifosi dell’Us Avellino. Il futuro del sodalizio biancoverde avrà nomi nuovi al timone.

Infatti a Napoli, nello studio del notaio Sergio Milliotti, Nicola Cicirelli – amministratore unico dell’Idc – ha siglato il rogito notarile con Dario Scalella, amministratore unico della Sidigas. Parte oggi quindi, una nuova era per il sodalizio irpino.

Dopo due ore dal notaio Circelli e Scalella sono scesi per confermare la cessione. Nelle prossime ore Izzo – che detiene il 50% dell’Idc – incontrerà l’ex patron del Campobasso.

Circelli ha rispettato tutte le clausole di De Cesare (diritto di recompra entro il 2020).

Ci sono anche altri due soci, al momento i nomi restano top secret. Circelli, dopo l’incontro con l’imprenditore di Montesarchio, svolgerà una conferenza stampa in cui spiegerà tutti i dettagli e come si è arrivato all’acquisto del 100% delle quote.

Adesso bisognerà lavorare per pagare gli stipendi (a quanto pare anche sotto questo aspetto Circelli ha dato rassicurazioni) e per stabilire quali saranno le mosse sul mercato in vista del mese di gennaio.

Di Somma e Capuano, che secondo il neo patron biancoverde hanno lavorato molto bene, resteranno al loro posto.

Sul possibile arrivo di Minadeo, Circelli non ha confermato la venuta dell’ex difensore biancoverde. Mente l’avvento di Martone è legato alla presenza di Izzo (che qualora dovesse accettare sarà il presidente).

Il neo patron ha parlato anche di play-off e del desiderio di raggiungerli.