Us Avellino, Capuano è chiaro: “Nei play-off non saremo una comparsa…”

Ezio Capuano torna a parlare e lo fa in vista degli spareggi play-off.

L’allenatore di Pescopagano, che ha portato i lupi nella griglia promozione con un lavoro straordinario, parla di come si tornerà in campo e sulle condizioni del gruppo: “Credo che dopo tre mesi di inattività i problemi ci saranno per tutti. Mi auguro e sono convinto che la federazione dia il tempo necessario per allenarsi.

Ogni squadra, ha bisogno almeno di quattro settimane. Il protocollo è difficile in massima serie, figuriamoci in Lega Pro.

Per me si può iniziare tranquillamente il 5 luglio o l’11. Il sacrificio economico da parte della società è notevole ed io non posso che esserne felice”.

L’ex Samb prosegue ancora: “Andremo a dare battaglia su tutti i campi. Onoreremo sempre la maglia come abbiamo fatto fino a questo momento. All’inizio nemmeno il tifoso più ottimista avrebbe creduto nei play-off. E’ un sogno che ci meritiamo tutti…“

Avellino mina vagante “Non voglio fare voli pindarici e dare aspettative illusorie. Avremo rispetto di tutti, ma paura di nessuno. Non abbiamo nulla da perdere, ma tutto da guadagnare.

Partiamo come ultimi ma non siamo sconfitti. Siamo motivati per dare soddisfazioni ai nostri tifosi. Sarà fondamentale la gestione degli allenamenti. Dovremo essere bravissimi a centellinare il lavoro, evitando disequilibrio a livello muscolare”.

Sull’importanza del tecnico: “L’allenatore deve essere capace di entrare in poco tempo nella testa del calciatore. Stabilirò delle regole. Dovremo dare battaglia contro ogni avversario. Non so cosa farò se un giorno andremo in B. Il regolamento avvantaggia le seconde, ma nel calcio mai dire mai. Non saremo una comparsa, ma andremo oltre il limite dello strapazzo”.