Us Avellino, Braglia recupera tre pedine. Ma le lacune strutturali in mediana sono evidenti

Neanche il tempo di digerire la sconfitta contro il Catania che per l’Avellino, tra pochi giorni, sarà nuovamente campionato. La squadra di Braglia mercoledì scenderà in campo contro il Potenza dell’ex Capuano. I lupi questo pomeriggio riprendono gli allenamenti al Partenio-Lombardi.

Il tecnico toscano per la trasferta al Viviani, avrà nuovamente a disposizione: il centrocampista D’Angelo, il portirtr Pane e il centrale difensivo Rocchi che si sono negativizzati. Luigi Silvestri, ex di turno salterà l’incontro perchè dovrà scontare ancora un turno di squalifica. Un periodo no per i biancoverdi che nel mese di dicembre dovranno disputare 7 partite di cui 4 in casa. Se l’Avellino, vuole tornare a correre e lottare per le prime posizioni, deve cambiare atteggiamento assolutamente.

Una squdra di sicuro buona, quella allestita con tanti sacrifici economici da parte del presidente D’Agostino, ma che ha alcune lacune. Infatti, pur promuovendo il lavoro svolto dalla parte tecnica ci sono carenze strutturali almeno in mediana, dove Aloi, D’Angelo e De Francesco sembrano essere veramente poco per affrontare un campionato così difficile e puntare a qualcosa di importante. Gli errori di Di Somma sono evidenti, il mercato tra poco riapre. Si è ancora in tempo per rimediare.