Us Avellino, anche Longobardi mette in mora il club biancoverde

Dopo quelle di Capitanio, Lagomarsini, Dondoni e Ciotola arriva una nuova messa in mora per l’ Us Avellino 1912. La causa è il mancato pagamento dell’ultima mensilità (giugno 2019) non corrisposta al giovane portiere Domenico Longobardi tesserato la scorsa stagione 2018/2019.

Domenico Longobardi avvocato e padre del calciatore ha così scritto in una nota: “Spero di comunicarvi presto la notizia dell’avvenuto pagamento da parte della Società Us Avellino 1912 Srl degli emolumenti dovuti a Domenico, onde evitare il ricorso contro la Società debitrice, con conseguente possibile penalizzazione in classifica”.