Treno deragliato a Baiano, la Procura della Repubblica apre l’inchiesta

Aperta dalla Procura della Repubblica di Avellino una inchiesta dopo l’incidente di martedì pomeriggio alla stazione dell’ex Circumvesuviana sulla tratta Baiano-Nola-Napoli.

All’attenzione delle forze dell’ordine il deragliamento dell’Etr delle 16:32 diretto a Napoli.

Il vagone del binario era uscito fuori dall’altezza dello scambio di una decina di metri dal capolinea mentre stava proseguendo la tratta di Avella-Sperone.

Bisogna capire ora se c’è stato un sabotaggio, la peggiore delle ipotesi o un problema tecnico di manutenzione. Il treno è stato riportato presso il deposito a Napoli dopo che era stato rimosso.

Saranno ora i tecnici dell’Eav a fare i rilevi del caso sull’incidente della tratta. Starà a loro dunque stabilire la matrice dell’incidente. Non è da sottovalutare il caldo che nelle ultime ore ha “ammorbidito” i binari facendo deragliare il treno. Per fortuna il mezzo viaggiava a bassa velocità e non ci sono feriti.

I sindacati ora, sul piede di guerra (Orsa Ferrovieri), denunciano che le condizioni dei treni Metrostar coinvolti nella tratta da tempo creano problemi e sono in pessime condizioni.

Una delle soluzioni per alleviare i problemi l’ha richiesta il consigliere regionale Alaia. La sua proposta: il raddoppiamento dei binari e la trasformazione dell’attuale treno in metro.