Tragedia a Torino: per Vittorio il calcio era vita

Il suo cuore ha smesso di battere a causa di un malore, dopo aver assistito alla gara di Champions tra Juventus e Atletico Madrid.

Vittorio Salvati, 42enne originario di Atripalda, si occupava di consulenza del lavoro in uno studio di commercialisti ubicato a via Luigi Amabile, nel capoluogo irpino, che condivideva con suo cugino.

Grande tifoso dell’Avellino e soprattutto della Juventus. Ha seguito tutte le partite importanti del club piemontese: l’altra sera, però, il suo amore verso i colori bianconeri gli è stato fatale.

Un infarto gli ha stroncato la vita sotto gli occhi del figlio di 13 anni. Erano andati insieme a Torino a vedere la partita. Poi il dramma che si è consumato in hotel.

Il corpo dell’uomo ora è a disposizione del medico legale per l’autopsia al fine di accertare le cause del decesso.

I funerali dovrebbero essere celebrati nella giornata di sabato.