Titti Festa di Sportchannel: “Abbiamo toccato il fondo ma la squadra è sul pezzo grazie al mister”

Per un nuovo appuntamento di “Contropiede”, con la giornalista di Sportchannel, Titti Festa abbiamo analizzato la vittoria dell’Avellino con il Rende.

 

Torna a sorridere l’Avellino di mister Capuano… ieri prima vittoria del 2020 contro il Rende… stiliamo una breve disamina sulla gara…

L’Avellino, ieri, ha affrontato uno dei peggiori avversari del girone, senza ombra di dubbio. Mister Capuano è stato bravo nel gestire la squadra, soprattutto indovinando le sostituzioni e il cambio di modulo. La squadra, però, al di là del rigore sbagliato da Di Paolantonio, riesce ad avere sempre un atteggiamento mentale da gruppo importante, solido, propositivo e unito. L’Avellino lavora nel silenzio e riesce a pensare solo al campo. E’ una squadra di bravi ragazzi, oltre ad essere degli ottimi professionisti. Merito al mister che ha saputo tenerla sempre sul pezzo e soprattutto ai tifosi biancoverdi che l’hanno incitata prima della partenza”.

 

Ottimo esordio per il centrocampista Vincenzo Garofalo voluto fortemente dal mister…

“Mi fa piacere per Garofalo. E’ un giovane irpino che insieme a Parisi e ad Evangelista porta alto il nome della nostra terra. E questo è un motivo di vanto. Garofalo ha detto delle belle cose su Capuano. E’ un giocatore giovane che trova nell’allenatore un importante punto di riferimento, si mette in discussione e vuole crescere”.

 

Capuano, nel dopogara, ha dichiarato: “Tra mille difficoltà stiamo facendo qualcosa di straordinario”, sei d’accordo?

“Sicuramente. Un Capuano poetico ieri, dai Promessi Sposi al ‘Sabato del villaggio’ di Leopardi, dimostra come sempre di non essere una persona banale ma colta. Sicuramente prepara un pò anche le conferenze perchè deve mantenere lo stile e il ritmo alto rispetto a quello che è il suo personaggio, per attirare anche un pò l’attenzione. In ogni incontro che c’è stato si è dimostrato un grande mediatore – é con Circelli, é con il sindaco Festa -. Ci mette la faccia in ogni situazione e bisogna dargli merito di essere prima un grande uomo poi un bravissimo allenatore”.

 

Questione società… D’Agostino cosa deciderà di fare? Investirà, finalmente, nell’Avellino oppure no? E poi, continuano gli appelli al sindaco Festa… ieri anche il grido di aiuto dell’allenatore…

“L’accordo sulla cifra c’è: 370mila euro, ora devono trovare l’accordo sulle rate. E’ chiaro che D’Agostino spinge per avere più rate perchè teme che poi escano – casomai – conti e soldi di cui non aveva tenuto conto e Circelli, dal canto suo, attende che l’imprenditore metta i soldi sul tavolo poichè la cifra è ragionevole. Non so chi vincerà ma la mediazione del sindaco sarà fondamentale al fine di trovare una soluzione, anche se la trattativa è a buon punto. Tuttavia, Festa deve solo vigilare come sta già facendo e fare in modo che si concluda la questione, magari con il supporto di altri imprenditori irpini come sponsor. Dall’estate del 2018 andiamo solo a peggiorare, ogni volta tocchiamo il fondo del barile, dunque, mi auguro che chiunque prenda l’Avellino programmi il futuro con serietà e competenza, facendo poche cose fatte bene e magari ritornare in serie B nel giro di tre anni. Questo è il mio augurio”.