Terra dei fuochi, un lago di ‘monnezza’ regna nel casertano

Polizia metropolitana di Napoli a lavoro nella zona della ‘Terra dei fuochi’.
A San Felice a Cancello, le forze dell’ordine, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ha sequestrato un’aera di circa 15 mila metri quadrati con all’interno un vero e proprio lago di rifiuti.
Per anni sono stati sversati ogni tipo di rifiuti nel corso d’acqua nella cava Giglio (foto di Fanpage). Sono stati ritrovati materiali plastici, carcasse d’auto e anche l’amianto.
Il lago è profondo 10 metri, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco ne stanno scandagliando i fondali melmosi per capire quali rifiuti siano ammassati sul fondo.
Anche l’Arpa Campania ha avviato le analisi per capire se la falda acquifera che scorre al di sotto del lago è ricca di rifiuti.
La magistratura chiarirà chi e cosa c’è dietro al gigantesco sistema di smaltimento illecito di rifiuti che evidentemente è andato avanti per anni.