Terminal bus nel piazzale dello Stadio, il plauso dell’Unione Nazionale Consumatori

Di seguito, la nota dell’Unione Nazionale Consumatori Avellino

La città delle contraddizioni e dei bastian contrari, stiamo parlando di Avellino. Città dove si discute tanto di politica e di aria fritta, dove si scontrano tante idee e proposte e però si realizza poco o niente, perché è molto più facile fare proposte che realizzarle.

A questo proposito le polemiche feroci di questi giorni in città riguardano lo spostamento del terminal degli autobus nel piazzale dello stadio e il relativo spostamento del mercato bisettimanale. Sono anni che si parla della delocalizzazione del terminal bus per una serie di grossi problemi legati al traffico insostenibile e all’inquinamento ambientale della zona ormai quasi sempre fuori da ogni parametro legale. Per cui come Unione Nazionale Consumatori esprimiamo un plauso di soddisfazione al neo-sindaco Festa per la determinazione e la tempistica con cui ha realizzato il tanto agognato spostamento.

Finalmente un amministratore che passa dalla parola ai fatti assumendosi tutte le responsabilità, in un Paese dove tutti vogliono “comandare” ma nessuno si vuole assumere responsabilità. Se ne facessero una ragione anche gli ambulanti del mercato bisettimanale, il parcheggio dello stadio, Valle, oppure un’altra zona di Avellino per la loro collocazione alla vendita, secondo noi Unione Nazionale Consumatori, è ininfluente se la zona è facilmente raggiungibile e soprattutto la loro mercanzia è a buon mercato e di discreta qualità.