Suoli ex Irisbus: la nota di Vasilliadis (Ugl)

“Un confronto sull’utilizzo delle aree eccedenti, ovvero quei suoli non occupati dall’ ex Irisbus, è fondamentale.

Nulla bisogna togliere alla IIA e al progetto del Polo dell’Autobus in Valle Ufita, ma c’è bisogno di capire se su quei terreni abbandonati, vi sia la possibilità di nuovi insediamenti industriali, per poter creare nuove prospettive di lavoro e dare occupazione ai tanti giovani e ai tanti padri di famiglia di questa provincia”.

Così Costantino Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino, in merito al all’utilizzo dei suoli dello stabilimento ufitano.

Per il sindacalista “dal 2008 la provincia di Avellino e’ stata messa a dura prova dal numero di vertenze sempre più in crescita, molte delle quali irrisolte.

A pagarne il prezzo più alto sono da sempre i lavoratori”.

“Oggi più che mai c’è bisogno di unità di intenti – conclude – è il momento di agire per il futuro dell’Irpinia e di tanti giovani che, invece di fuggire, potrebbero realizzare i loro sogni in questo territorio”.