SORICE : “LASCIO IL PD. NON MI RICONOSCO PIÙ IN UN PARTITO DALLA LINEA CONFUSA E CONTRADDITTORIA”

Lascio il PD e i GD. Ho comunicato le mie dimissioni.
Mi dimetto dalla carica di segretario di circolo e  da delegato alla cultura e terzo settore della segreteria  provinciale e dall’assemblea regionale. Inoltre ho richiesto la cancellazione dall’elenco degli iscritti. La mia decisione è dovuta a motivazioni politiche.
Già da tempo non mi riconosco più in un partito politico dalla linea politica confusa e contraddittoria, lontano dai territori e paralizzato dalla continua guerra tra le correnti interne. L’ultimo episodio, ovvero l’esclusione dei gd avellino  dal congresso provinciale del PD è stato l’episodio decisivo. Nessuna mediazione con chi mortifica l’impegno dei giovani.
Una Federazione  giovanile  non può essere silenziata con una mail  di un burocrate romano per evitare che partecipi al  congresso provinciale del PD.
I segnali di preoccupazione dei vari iscritti, tra cui il sottoscritto, per questa deriva burocratica e antidemocratica  erano fondati. I tentativi di trovare un rimedio o un alibi  per quanto accaduto sono fuori tempo vista la preoccupante deriva centralista e burocratica romana.