SISTEMA IRPINIA, MANGANARO: “INFOPOINT FONDAMENTALI PER LA CONCRETA E COMPLESSIVA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO IRPINO”

Volturara Irpina – “Con gli infopoint di Sistema Irpinia la provincia di Avellino ha realizzato un salto di qualità nella valorizzazione del territorio, passando dal sostegno, spesso sterile, di singole realtà ad una attività di promozione complessiva, capace di mettere a sistema le tante bellezze paesaggistiche e storiche della nostra Irpinia e di promuoverle efficacemente all’esterno.” Lo ha dichiarato la Sindaca di Volturara Irpina, Nadia Manganaro, durante la inaugurazione del decimo distretto turistico della Fondazione Sistema Irpinia. Presenti al taglio del nastro, oltre il primo cittadino e gli amministratori di Volturara, anche il Presidente dell’Amministrazione provinciale, Domenico Biancardi, i consiglieri provinciali, Pelosi e Sarno, i sindaci di Montemarano, Sorbo Serpico, Castelvetere sul Calore e i vertici della Fondazione Sistema Irpinia.

La prima cittadina di Volturara ha ringraziato a nome della sua comunità e dei comuni coinvolti nel Distretto il Presidente Biancardi e i consiglieri provinciali “che – ha sottolineato Manganaro – hanno saputo finalmente passare dalle parole ai fatti. Dopo anni di buoni propositi rimasti sulla carta, con grande tenacia sono riusciti a mettere a sistema le attività di promozione turistica e culturale dei comuni irpini. E’ davvero il caso di evidenziare – ha aggiunto la Sindaca – che finalmente le tante peculiarità della nostra Irpinia potranno essere offerte in un unico contenitore in maniera molto più incisiva e capace di inserirsi nel contesto della promozione turistica regionale e anche nazionale.”

“Volturara Irpina – ha concluso Manganaro – ha colto con particolare favore la concretezza dell’Amministrazione provinciale, avendo già avuto modo di sperimentare quanto un’attività di promozione intelligente e sinergica possa portare a risultati concreti, non solo in termini di presenze alle manifestazioni, ma anche di sviluppo nelle realtà impegnate nelle produzione  tipiche e nelle strutture ricettive del posto”.