Si risveglia dal coma il 14enne che si lanciò dal Ponte, il dottor Angelo Storti: “Vederlo sveglio non ha prezzo”

Il grande lavoro dello staff medico del reparto di rianimazione del Moscati va sottolineato. Grazie all’equipe guidata dal dottore Angelo Storti, il 14enne che si lanciò dal Ponte della Ferriera ha ritrovato il sorriso e la vita.

L’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”, apre le porte ai familiari dei pazienti, inaugurando la cosiddetta “Rianimazione aperta”.

Una delle infermiere, che lo ha visto aprire gli occhi emozionata dice: “Voleva la sua mamma ed era felice”.

Trasferito nel reparto di Ortopedia, Angelo Storti commosso dichiara: “Lo abbiamo adottato. Vederlo sveglio è stata per tutti un’emozione”.

Sulla Rianimazione Aperta: “Rende il nostro paziente meno stressato e soggetto all’ansia. Elimineremo molte barriere, anche funzionali, fisiche e relazionali”.