Si fingeva malato per non lavorare, prof scoperto: ora è nei guai

La guardia di finanza di Reggio Calabria ha smascherato un insegnante assenteista, sempre “ammalato”, ma a stipendio pieno ovviamente.

Il docente di 36 anni è stato accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato e di false attestazioni e certificazioni.

Assunto nel vicentino a tempo determinato tra ottobre 2018 e giugno 2019 ma, di fatto, l’insegnante non era mai stato presente in servizio: aveva giustificato le sue ininterrotte assenze facendo pervenire all’istituto certificati che attestavano una patologia grave a tal punto da richiedere il necessario ricorso a un’apposita terapia salvavita.

L’uomo che non ha nessuna malattia, ora rischia grosso.