Si conclude un’intensa settimana per il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania

Si conclude un’intensa settimana per il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania.
Interventi che hanno riguardato tutto il territorio regionale da nord a sud. Nella giornata di venerdì siamo intervenuti a Positano (Sa) con l’elisoccorso 118 di Salerno per un’escursionista svedese che aveva riportato un trauma alla caviglia in località ‘la selva’. Medico e Tecnico del CNSAS si sono calati al verricello per raggiungere la donna, immobilizzare l’arto e poi recuperarla sempre al verricello a bordo dell’elicottero. La turista è stata quindi trasportata all’ospedale Ruggi D’Aragona di Salerno. Analogo intervento domenica mattina sempre con l’elisoccorso 118 di Salerno, con cui siamo intervenuti su richiesta della centrale operativa 118 di Salerno ad Agerola in località San Lazzaro verso la Valle delle Ferriere per un’escursionista che è scivolata fratturandosi il polso colta inoltre da conseguente sincope. Medico e Tecnico del CNSAS sono stati verricellati dall’elicottero e hanno raggiunto la donna, classe ‘66 originaria di Latina, che è stata stabilizzata e recuperata quindi a bordo dell’elicottero per poi essere trasportata presso l’ospedale Ruggi D’Aragona di Salerno. Nel tardo pomeriggio poi una squadra del CNSAS di presidio durante una gara nazione di mountain bike da enduro a San Potito Sannitico (CE) è intervenuta, assieme all’ambulanza 118, per un incidente occorso durante la gara crepuscolare ad un biker, che ha riportato una lussazione ad una spalla. All’uomo è stato subito immobilizzato l’arto e trasferito all’ospedale di Piedimonte Matese (CE).