Sette contagi in poche ore nel napoletano: 30enne in terapia intensiva al Cotugno

Regna la preoccupazione tra gli abitanti di Cimitile, in provincia di Napoli.

Nelle ultime ore sono stati registrati ben sei contagi da Covid-19, tra le quali due bambine.

A Cimitile, Camposano e Cicciano un piccolo focolaio familiare di Covid 19 rischia ora di diventare un’emergenza sanitaria. Chiusa, a Cimitile, anche una scuola materna è ed è stato disposto il
tampone per tutti i frequentatori del campo estivo, un centinaio tra bambini educatori e personale.

Tutto parte dal ritorno di un giovane del posto dalla Serbia. Il giovane inizia ad accusare i sintomi del contagio. Ha 30 anni e le sue condizioni richiedono il ricovero nel reparto di terapia sub intensiva del Cotugno. A contrarre il Covid altri componenti della sua famiglia: si tratta di sua mamma e di sua figlia che risiedono a Cimitile e di sua sorella, suo cognato e sua nipote che invece risiedono a Camposano. E anche l’amico di Cicciano al quale aveva chiesto di andare a prenderlo in aeroporto a Napoli.

Sette i contagiati nel giro di pochi chilometri. Il paziente numero uno è quello che versa in condizioni peggiori mentre per fortuna per le altre 6 persone, cuginette comprese, non è stato nemmeno necessario il ricovero.