Sesso con una 14enne, nasce anche una bambina: va a processo

Sesso con una 14enne: rinviati a giudizio, dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Avellino, Gilda Zarrella, la madre della ragazzina e un polacco di 40 anni.

Entrambi, dunque, andranno a processo accusati di avere “con più azioni reiterate nel tempo” costretto la vittima a subire atti sessuali (dalla relazione è anche nata una bambina).

Dibattito che avrà inizio il prossimo 16 luglio davanti al Tribunale in composizione collegiale presieduto dal giudice Luigi Buono.

La madre della minorenne è accusata di omessa vigilanza della minore e di non avere impedito il reato.

Nel corso dell’udienza preliminare la difesa del 40enne ha sostenuto che tra i due ci sarebbe stato un unico rapporto sessuale nel corso del quale sarebbe stata concepita la bambina; la parte civile, invece, ha chiesto che venga confermata la responsabilità degli imputati al fine di conseguire il risarcimento di tutti i danni biologici, materiali, esistenziali e morali, diretti ed indiretti, subiti dalla persona offesa in conseguenza al comportamento tenuto dai due imputati.

La minore, ad oggi, è ospite presso una casa famiglia.