Serino, 22enne ritrovato semicarbonizzato: si tratterebbe di suicidio

Potrebbe essersi suicidato il giovane serinese, deceduto ieri tra gli alberi di nocciole della sua terra.

Un messaggio inquietante inviato ai familiari poi sono scattate le ricerche. Ma purtroppo, era già tardi.

Il corpo del 22enne è stato ritrovato cosparso di benzina disteso sul terreno, in parte bruciato dalle
fiamme.

Accanto al cadavere una bottiglia di benzina. Poco distante dal luogo, invece, l’auto del ragazzo.

Una scelta alla quale non si riesce a dare riposta. Il ragazzo, probabilmente, era caduto nel tunnel della fragilità. Aveva perso da poco tempo una persona cara a causa di un male incurabile.

Il corpo del 22enne è stato ritrovato intorno alle 13 di ieri, nei pressi dell’antico acquedotto di Serino in contrada Acquara. La comunità di Serino è sotto choc per quanto accaduto.

Non ci sarebbero dubbi sul suicidio. Dopo un primo esame sterno, la salma del giovane è stata trasportata presso la sala morgue dell’ospedale «Moscati» di Avellino. Sarà la Procura della Repubblica del capoluogo a disporre l’eventuale esame autoptico.

La notizia della tragedia ha sconvolto l’intera Valle del Sabato.