Scuole, secondarie aperte dal primo febbraio. De Luca: “Era quello che volevamo”

Vincenzo De Luca

Nella consueta diretta social sulla pagina Facebook della Regione Campania, il governatore Vincenzo De Luca ha chiarito una volta per tutte gli aspetti legati al mondo della scuola:

“Il 25 dovrebbero riaprire le scuole primarie, come avevamo previsto, lasciando sempre un margine di  discrezionalità alle amministrazioni comunali e subordinando sempre tutto alle condizioni sanitarie vere. Poi, dice la sentenza del Tar, dal primo febbraio cominciamo le attività delle secondarie inferiori e superiori. Era esattamente quello che volevamo ottenere”.

Il presidente di Regione aggiunge: “Sulle scuole c’era un obiettivo ben preciso mentre la ‘valorosa’ Ministro Azzolina continuava a ripetere che avrebbe riaperto tutte le scuola il 7 gennaio, la Campania insieme con la stragrande maggioranza delle Regioni ha preso un’altra decisione,  la riapertura delle aule si sarebbe basata sulle valutazioni  dello stato dell’epidemia e dunque delle condizioni di sicurezza da garantire per gli alunni, il personale scolastico e le famiglie. Inoltre volevamo questo perchè ci eravamo posti come obiettivo di scavallare il mese di gennaio per verificare sel’epidemia, a 2-3 settimane dal periodo festivo di Natale e di Capodanno, riprendeva o si manteneva in proporzioni controllabili.  Nel frattempo abbiamo lavorato per potenziare il trasporto e abbiamo da questo punto di vista una situazione buona, poi dobbiamo ragionare sugli orari ma questa è responsabilità anche dei dirigenti scolastici”.