Scuola, De Luca fuga ogni dubbio: “Il 24 settembre si comincia”

De Luca

“Dal momento in cui il Governo ha aperto tutto dobbiamo imparare a convivere con il Covid, ma un conto è convivere, un conto è essere irresponsabili”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, questa mattina a Salerno. “Per convivere – ha spiegato De Luca – dobbiamo rispettare rigorosamente le regole: mascherina sempre, lavaggio delle mani sempre, e controlli rigorosi. Quindi è bene dire anche ai ragazzi che non è il caso di fare i fenomeni, perché il Covid fa male. La malattia quando arriva fa male, e fa male non solo quando viene, ma anche per quello che ti lascia dopo, perché ci sono in molti casi dei danni permanenti che si determinano per l’apparato respiratorio. Quindi non è una cosa banale, e dunque bisogna stare attenti e rispettare le regole. In queste condizioni possiamo affrontare con serenità anche l’anno scolastico”, ha concluso De Luca.

“Il 24 settembre si comincia, ci auguriamo in condizioni migliori di quelle che abbiamo oggi davanti agli occhi – continua – Abbiamo rinviato di 10 giorni – ha spiegato De Luca – Per ragioni molto semplici: perché non avevano alcuna certezza né per la fornitura dei banchi singoli, né per la fornitura di mascherine, né per il numero dei docenti disponibili, né per il numero di supplenti, né per il numero insegnanti di sostegno, né per aule disponibili agli alunni. L’ultimo dato che è stato comunicato alla Protezione civile regionale ci diceva, due giorni fa, che mancano aule per 22mila alunni. In queste condizioni abbiamo ritenuto giusto dare al mondo scolastico altri 10 giorni di tempo”