Scriptum, Orfeo e l’attesa. Saggi finali dei laboratori del Clan h

La Compagnia Clan H diretta da Lucio Mazza si prepara per una serie di attività ed appuntamenti. Venerdì 27maggio alle ore 20 il primo livello del corso di teatro per ragazzi porterà in scena il saggio: Il mondo segreto di Scriptum;  mercole1 giugno il secondo corso: Variazioni Sul Mito: Orfeo o Euridice, entrambi presso il piccolo teatro del Duomo. Il 7 giugno alle ore 20:30 nella cripta del Duomo di Avellino sarà la volta degli allievi del corso di espressione teatrale con Il silenzio, il potere l’attesa.

Il titolo dei laboratori di quest’anno è stato: LA CURA. “Dopo i due anni di pausa forzata si è ricominciato non senza difficoltà.”- dichiara Salvatore Mazza responsabile dei laboratori-“ Si sentiva il bisogno di ri-trovarsi. Perché abbiamo bisogno dell’altro, abbiamo bisogno di un sogno in cui credere, abbiamo bisogno di animare e dare linfa ai nostri desideri. Abbiamo bisogna di cura. La cura per le piccole cose, la cura per il futuro, la cura per l’essenziale, la cura per noi stessi, la cura per essere liberi. Il teatro è la cura. L’arte dell’attore nella formazione teatrale del CLAN H parte non dalla finzione ma dal “rinnovato e consapevole” modo di essere abbattendo barriere tra tutti, innalzando l’animo al di sopra dei formalismi e della quotidianità, ri-vivere in “tanti” e in “uno”, accettarsi e accettare lo sguardo degli altri, creare e condividere.

I laboratori teatrali, diretti da Salvatore Mazza con l’ausilio di attori/formatori del CLAN H, da più ditrentanni, ininterrottamente, riscuotono grande interesse diventando sempre più il punto di riferimento della formazione teatrale in città e in provincia.