San Martino Valle Caudina piange Alfonso Cavaiuolo: il cordoglio dell’Amministrazione

Ciao Alfonso

Con la dipartita di Alfonso Cavaiuolo viene a mancare alla comunità sammartinese un uomo di grande valenza morale, politica ed artistica. Persona sempre disponibile al dialogo, pronto ad accogliere le altrui idee con benevolenza, ti esponeva il suo punto di vista con i modi garbati, ma decisi, propri di coloro che hanno maturato un profondo convincimento. La sua tempra morale si era forgiata in una vita di militanza sindacale e di fedeltà all’ideale socialista. Socialista, sempre, dovunque e con chiunque. Chi lo incontrava aveva immediatamente la sensazione di trovarsi al cospetto di una persona buona, sincera, leale, generosa. Era persuaso dall’idea che la libertà, la democrazia e la giustizia vivono grazie alla partecipazione di ognuno di noi. E la sua opinione Alfonso Cavaiuolo l’ha fatta conoscere attraverso le centinaia di lettere inviate ai quotidiani e settimanali nazionali, tra cui Il Corriere della Sera, L’Unità e L’Avanti, giornale a cui era particolarmente affezionato ricoprendo anche la carica di presidente dell’Associazione “Amici dell’Avanti”. Ma Alfonso Cavaiuolo è stato anche un grande artista, uno scultore del ferro di impareggiabile maestria. Impossibile enumerare tutte le opere installate in centinaia di piazze, strade, monumenti, chiese, scuole, redazioni di quotidiani, caserme dei carabinieri, in tutta Italia, a Roma come ad Assisi, a Torino come in Valle Caudina. Nelle sue opere ha affrontato i temi più disparati: la vita con le sue speranze, la morte con la sua ineluttabilità, la guerra con le sue atrocità, la politica con i suoi personaggi. La sua opera tuttavia non è scevra da una forte ironia e da una satira corroborante. Un vero artista rinascimentale Alfonso Cavaiuolo; potevi entrare nella sua bottega artigiana e artistica e trovarlo intento a leggere ed approfondire, tra una fatica e l’altra, i temi dell’attualità, poi la discussione si allargava e toccava i temi dell’arte, della politica, dell’esistenza umana. Sarebbe troppo lungo l’elenco di coloro a cui Alfonso ha fatto dono delle sue opere: D’Alema, Veltroni, Bersani, Berlusconi, solo per citarne alcuni. Riconoscimenti ne ha avuti da ogni dove, dal capo della polizia Gabrieli, dal Presidente della repubblica Ciampi, dal Santo Padre Papa Francesco. Alfonso Cavaiuolo le sue opere ha tutte donate, si, donate, perché l’artista Cavaiuolo, autore prolifico e geniale, non era nemmeno la metà dell’uomo Alfonso, un uomo di grandissima umanità che ha fatto della sua vita un dono d’amore per gli altri.
San Martino te ne sarà per sempre riconoscente.
Ars longa vita brevis .
Grazie Alfonso

L’Amministrazione Comunale