Salvatore Pignataro tra i vincitori del Premio nazionale Carlo Nazzaro

Anche quest’anno si rinnova l’atteso appuntamento con il “Premio Carlo Nazzaro”, riservato a giornalisti e a operatori dell’informazione che si sono particolarmente distinti a livello nazionale, e giunto ormai alla 6 a Edizione. La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 6 marzo, alle ore 17.00 a Palazzo De Francesco alla presenza di numerose autorità ed esponenti del mondo della cultura. L’edizione 2020 del Premio Nazionale di Giornalismo e “Varia Umanità” intitolato all’illustre giornalista originario di Chiusano San Domenico vedrà premiate le professionalità che si sono particolarmente distinte. Soddisfatto il sindaco di Chiusano San Domenico, Carmine De Angelis: “ La cultura ha un’insostituibile valenza formativa per i giovani in ogni sapere e sui giovani occorre puntare per la rinascita e valorizzazione dei nostri territori”. Tra i premiati oltre ad illustri giornalisti nazionali ed esponenti istituzionali. Tra le “menzione speciali”per la sezione “amici del territorio” conferite dal primo cittadino e dalla commissione cultura ci sarà anche il dott. Salvatore Pignataro,  Specialista in Criminologia investigativa e investigazioni digitali forensi  attuale  Presidente regionale della Campania  dell’Associazione Criminologi per l`Investigazione e la Sicurezza. Salvatore Pignataro componente dell’Accademia Italiana di Scienze Forense presieduta dall’ex Generale dei Carabinieri Luciano Garofano è anche socio dell’Associazione Italiana Consulenti Intelligence e Security. Autore di pubblicazioni tra cui l’intelligence oggi con prefazione dell’ex procuratore Antomafia Franco Roberti, ha conseguito numerosi corsi e specializzazioni tra cui  quello per la lotta e il Contrasto al Bullismo e Cyber bullismo nonché per combattere  la violenza sulle donne. Salvatore Pignataro è anche ufficiale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana attuale Responsabile Naapro del Comitato provinciale CRI  di Avellino. Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana , ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui la medaglia di Bronzo dell’Ordine Costantiniano Militare di San Giorgio per meriti sociali nel 2010.