“Riabilitare l’immagine di Ariano, attraverso le eccellenze”: la sfida di Enrico Franza

Ariano Irpino (Av) – L’accorato appello a rompere con il passato, mantenendo memoria dello stesso solo per evitare di commettere gli errori che hanno caratterizzato le passate amministrazioni. Enrico Franza ha incontrato ieri i cittadini di contrada Manna, ai quali si è rivolto evidenziando i pregi di una squadra giovane che ha rotto i cardini con la vecchia metodologia politica. “Bisogna pensare a cosa fare della nostra città – ha dichiarato il candidato a sindaco -, se vivere nel futuro o morire nel rimpianto del passato”. Ancora una volta sono state rimarcate due situazioni impattanti sulla contrada nella quale è avvenuto l’incontro di ieri: la stazione Hirpinia e la bretella Manna-Camporeale, infrastrutture per la cui realizzazione occorrerà uno sforzo importante in termini di competenza. Quella stessa che occorre per realizzare la riabilitazione dell’immagine di Ariano, passando attraverso la valorizzazione delle eccellenze del territorio, dalla ceramica alla cultura, allo sviluppo dell’area industriale che potrà essere uno degli elementi fondanti per la crescita di Ariano e il suo ritorno alla centralità rispetto alle comunità circostanti.

Poi l’invito agli elettori: “Per guardare al futuro occorre una nuova squadra, per poter dire di essere stati protagonisti del cambiamento occorre avere il coraggio di cambiare ora”. Sulla stessa linea l’intervento introduttivo di Pasqualino Molinario (Ariano Futura), che ha evidenziato come proprio le grandi opere che sono all’orizzonte incideranno molto sulla contrada della quale è originario, e che le stesse rappresenteranno una occasioni di rilancio di una zona sempre troppo trascurata dalle passate amministrazioni. Ed il rilancio della contrada dovrà passare attraverso la rottura dei sistemi che hanno condotto all’isolamento della zona, mediante la costituzione di centri sportivi e di aggregazione, anche per anziani, e con la creazione di un rilevante tessuto economico. Molinario ha affrontato anche la questione della raccolta dei rifiuti porta a porta, servizio ancora assente nella contrada, evidenziando la necessità di portare la Manna allo stesso livello di servizi rispetto alle altre zone di Ariano.

Lo strumento per fare ciò è costituito dal cambiamento della classe dirigente, secondo quanto auspicato da Veronica Tarantino (PSI), che ha invitato i cittadini ad affidarsi ad una squadra nuova ed entusiasta, con grande voglia di fare e di rompere rispetto alle logiche del passato. Una amministrazione rinnovata e giovane, che possa essere vicina alle istanze del territorio, ma anche fare da propulsore per il miglioramento e la valorizzazione delle strutture scolastiche, come sostenuto da Grazia Vallone (Democratici per Ariano), insegnante, e per ciò stesso sensibile alla problematica. Per la candidata sarà importante riaprire il discorso attorno alla cultura, intesa nella sua più ampia accezione. La questione dei rifiuti è stata poi affrontata anche da Luca Orsogna (M5S), che non ha lesinato parole durissime, definendo la situazione dei rifiuti in contrada Manna “vergognosa”. Il rappresentante del Movimento Cinque Stelle ha centrato il suo intervento sulla strada Manna Camporeale, opera, a suo giudizio, da far commissariare per valutare un progetto differente, posto che quello attuale ha delle criticità che lo rendono irrealizzabile. La contrada Manna rappresenta per Orsogna una zona strategica nei pressi della quale sorgerà la stazione Hirpinia. Occorre immaginare la contrada già in funzione di quest’opera. Questa sera Enrico Franza incontrerà gli elettori di rione Cardito (ore 21,00, piazzale antistante la sala convegni del Palazzetto dello Sport del Piano di Zona).