Regi Lagni, l’inquinamento permane ed è difficile da gestire

La schiuma bianca e maleodorante che infesta lo ‘Sciuminaro’ è solo la fase terminale di un grosso problema, quello dell’inquinamento dei regi lagni.
Gli scarichi denunciati dal “Progetto Civico per Baiano” nei giorni scorsi hanno una provenienza chiara e sono, la conseguenza di una situazione che si protrae da tempo che i comuni non riescono a gestire.
Il sindaco di Mugnano del Cardinale Napolitano, investito dal problema dichiara: “Quella condotta di via Calabricita rischia di saltare ogni volta che viene a piovere. Il tombino non assorbe bene l’acqua e quindi esplode. Non possiamo andare avanti così”.

Il primo cittadino del paese del Mandamento attende segnali da parte della Regione e dagli Enti preposti: “Nessuno interviene sui Regi Lagni perchè ogni fondo stanziato si ferma a Nola come se qui non ci fossero canali”.