Quadro inedito di Escher, sotto “attacco” l’avvocato Nardiello

La storia del ritrovamento inizia nel 2004 a Volturara Irpina, un paesino nell’avellinese, dove vive Raffaele De Feo Agente della Polstrada che, nel ripulire la soffitta di famiglia trova lo “strano quadro”. Inizialmente non gli da peso successivamente, togliendo la cornice, trova, sul retro del foglio sul quale era stato disegnato Nessie e l’uomo nero, una dedica e una firma… “di cuore, un amichevole ricordo” M. C. Escher e la data 18.1.1949 .-

Del caso si  interessò anche l’Avvocato Giuseppe NARDIELLO del Foro di Avellino  nominato Legale di fiducia dal proprietario dell’Opera  Raffaele DE FEO.

Proprio in virtu’ di quanto sopra anche l’Avvocato e’ stato  fatto oggetto di un durissimo “attacco“ con un esposto inviato al CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI AVELLINO .

Questa  A.N.G.S.E.  e’ lieta di comunicare ai Mass Media  che al riguardo e’ intervenuto il CONSIGLIO DISTRETTUALE DI DISCIPLINA FORENSE DI NAPOLI  il quale  ha ritenuto che dall’esame della documentazione allegata al fascicolo disciplinare  non emergono elementi utili a configurare un illecito deontologico a carico del Professionista segnalato il quale si e’ limitato, come espressamente dedotto del proprio cliente Sig. De Feo, ad assisterlo nei procedimenti penali promossi nei confronti dell’esponente. Per tale motivo  viene proposta l’archiviazione dell’esposto per manifesta infondatezza della notizia di illecito disciplinare.

Difatti il Consiglio Distrettuale di Disciplina Forense  riunito in adunanza plenaria in Castel Capuano  – NAPOLI  ha ritenuto di condividere le argomentazioni poste a fondamento della proposta di archiviazione formulata ai sensi dell’art 58 comma 1 Legge n.247/2012  nell’ambito del fascicolo disciplinare in epigrafe nei confronti dell’ Avvocato NARDIELLO Giuseppe deliberando l’archiviazione dell’esposto disciplinare. Si pone in risalto che sia l’Avvocato Giuseppe Nardiello che il De Feo Raffaele  si sono rivolti all’Autorita’ Giudiziaria  a loro tutela  e per procedere contro colui che ha inviato l’esposto  ( archiviato ).