Pugno in faccia al controllore, i sindacati scendono in campo

Un momento della manifestazione nazionale dei sindacati CGIL, CISL e UIL 'Futuro al lavoro' da piazza della Repubblica a piazza San Giovanni a Roma, 9 febbraio 2019, ANSA/CLAUDIO PERI

Ancora un episodio di violenza sugli autobus urbani ad Avellino.

Sulla linea 4 a Via Carlo Del Balzo, un controllore avrebbe preso un pugno in faccia da un ragazzo sprovvisto di biglietto. La sua colpa è stata solo quella di chiedere al ragazzo il ticket per salire a bordo del mezzo. Una volta però non andata a buon fine la richiesta sarebbe stato aggredito, poi il ragazzo con le porte aperte è riuscito a scappare. Il 58enne dipendente dell’Air, ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso del Moscati, quattro punti di sutura al labbro per lui.

Luca Napolitano, esponente dei sindacati Cgil, La Filt Cigil, Fit Cisl e Ultratrasporti è stanco: “Non possiamo risalire al colpevole perchè non ci sono telecamere negli autobus urbani. Purtroppo questo è un fenomeno in via di espansione. Occorre una valutazione del fenomeno a 360 gradi per mettere in campo azioni di prevenzione e repressione”.