Premio Prata 2021, domenica 12 settembre appuntamento con “La Cultura nella Basilica”

Sarà la Natura il filo conduttore del Premio Prata, riconoscimento con ricorrenza annuale che è ormai riuscito a porsi all’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e internazionale. Natura vissuta nell’ambito del proprio lavoro, delle istituzioni, come pure del volontariato, della tivù come nel mondo dello spettacolo, senza dimenticare l’ambito della Chiesa e delle arti.

 

Premio alla Carriera all’attore e regista Alessandro Siani.

Riceveranno il Premio Prata: Gualberto Alvino (Critico letterario); Gerardo Capozza (Consigliere Presidenza CDM); Amerigo Ciervo (Docente e Musicista); Rosa Codella (Tenente Colonnello); Antonio Coppola (Presidente ACI Campania); Achille D’Onofrio (Pittore); Antonio Di Gennaro (Filosofo); Riccardo Luca Guariglia (Abate di Montevergine e Assisi); Francesco Iovino (Presidente del Parco Regionale del Partenio); Lorenzo Marone (Scrittore); Enrica Musto (Opera Singer); Paolo Torino (Editore Canale 21).

Premio speciale della poesia alle opere del poeta Vincenzo D’Alessio.

 

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 12 settembre, alle ore 20.30 alla presenza delle massime autorità locali e provinciali. Cornice e cuore pulsante dell’evento è la Basilica Paleocristiana della SS. Annunziata, uno dei luoghi di culto più antichi del Meridione e sede di attività religiose anche in epoca pagana; il Premio Prata, infatti, nasce innanzitutto per valorizzare questa meravigliosa testimonianza del passato, capace di emozionare ancora oggi con la sua bellezza.

 

A condurre la manifestazione, come di consuetudine, saranno Gigi Marzullo, giornalista RAI, Barbara Ciarcia, Stefania Marotti e Nello Fontanella, giornalisti de “Il Mattino”.

I saluti saranno affidati al Sindaco di Prata di Principato Ultra, Bruno Petruzziello, al Direttore de “Il Quotidiano del Sud”, Gianni Festa.

Madrina della serata Vincenza Luciano, Consigliera di Parità della Provincia di Avellino.

 

Recital di Paolo De Vito “Il pianeta possibile” con Eduardo Marino, Gianluca Marino, Giuseppe Musto e Salvatore Santaniello.

 

Il Premio è ideato e curato dal dott. Armando Galdo e dalla scrittrice Antonietta Gnerre.

Direttori artistici Rino Bianchi, Antonio Caggiano, Annarita De Feo.

L’ambito riconoscimento si articola in varie sezioni con lo scopo di esaltare il mondo culturale e quello della comunicazione, della ricerca scientifica e dell’impegno civile e sociale.

La serata si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti – Covid 19.