Precipita dal quarto piano: morto Paolo Tenna. Si indaga per istigazione al suicidio

Paolo Tenna, 47 anni, amministratore delegato della Film Commission Torino Piemonte, è morto ieri mattina a Roma precipitando dalla finestra di una stanza d’albergo dove alloggiava, al quarto piano. I carabinieri stanno ricostruendo quanto accaduto, anche attraverso le telecamere di sorveglianza dell’hotel: Tenna, consigliere d’amministrazione di Cinecittà, si trovava nella capitale in questi giorni per partecipare ad una seduta del cda. I pm di Roma indagano per istigazione al suicidio. Il procedimento è al momento contro ignoti: i magistrati hanno disposto l’autopsia.

PRESIDENTE FILM COMMISSION: “SENZA PAROLE” – Paolo Damilano, presidente della Film Commission, ha commentato così la tragedia: ”Sono senza parole. La notizia mi ha profondamente scosso, prima come amico, poi come presidente di Film Commission, perché Paolo era innanzitutto un amico che conoscevo da molti anni. Questo tragico incidente interrompe una serie di progetti che stavamo portando a termine insieme e di cui lui era uno dei principali artefici – ha continuato Damilano -. Una persona di grande entusiasmo e motivatore per tutti noi: ci mancherà sia sotto l’aspetto umano, che sotto l’aspetto professionale. Lascia un grande vuoto, ma ora il primo pensiero va alla sua famiglia”.

IL CORDOGLIO DELLE ISTITUZIONI – Diversi personaggi politici e istituzionali hanno espresso il proprio cordoglio per la prematura scomparsa di Tenna. “L’improvvisa scomparsa di Paolo Tenna ci lascia sgomenti: un uomo dinamico, positivo, che ha fatto moltissimo per lo sviluppo del sistema cinema nella nostra città. Un apporto importante il suo, ribadito anche nell’ultimo consiglio di Film commission”, così l’assessora alla Cultura del Comune di Torino, Francesca Leon. “Una notizia che mi addolora moltissimo, come ex assessore, ma in primis sul piano personale”, ha detto l’assessore uscente della Regione Piemonte Antonella Parigi. “Ho appreso questa mattina al ministero della morte di Paolo Stefano Tenna, membro del consiglio d’amministrazione dell’Istituto Luce – Cinecittà: a nome di tutto il Mibac, esprimo vicinanza e cordoglio alla famiglia per la prematura scomparsa”, ha puntualizzato in una nota il sottosegretario ai Beni culturali con delega al Cinema Lucia Borgonzoni.

UNA VITA PER IL CINEMA – Imprenditore torinese nel campo del product placement cinematografico, Paolo Tenna aveva fondato a soli 24 anni la sua prima società di advertising, con la quale vinse il premio di ‘Pubblicità progresso‘, categoria miglior spot, nel campo del sociale, coinvolgendo come testimonial il regista Ricky Tognazzi. Nel 2005, con l’entrata in vigore del Decreto Urbani sul ‘product placement’, fondò la Top Time con i registi e sceneggiatori Ricky Tognazzi e Simona Izzo, ricoprendo il ruolo di amministratore delegato. La società si affermò in breve tempo nel mercato dell’entertainment cinematografico, vincendo diversi premi nella sezione miglior product placement italiano. Nell’agosto 2010, venne nominato ad di Fip – Film Investimenti Piemonte – e nel 2013 entrò nel Cda di Film Commission Torino Piemonte. Nel 2016 fondò ‘Myvisto‘, una piattaforma web che mette in collegamento i brand con una community di oltre 2mila videomakers, e nel luglio 2017 venne nominato consigliere di amministrazione di Istituto Luce-Cinecittà.

quotidiano.net