PRATOLA SERRA, SCUOLA DELL’INFANZIA PRESSO ASILO NIDO

Per la ripartenza di questo particolare anno scolastico, Pratola Serra si prepara ad organizzare il tutto nel migliore dei modi, con l’unico obiettivo di salvaguardare la sicurezza e la salute degli alunni, tenendo conto dell’autonomia e del diritto allo studio. L’Amministrazione Comunale aveva concesso in data 3 Luglio i locali della Scuola dell’Infanzia di Serra di Pratola e l’Auditorium Giovanni Paolo II di Pratola Serra per permettere una migliore distribuzione delle aule. Il Consiglio d’Istituto, riunitosi ieri, ha stabilito orari di ingresso e ubicazione delle aule per tutti i gradi di istituto, in particolare aveva ubicato la scuola dell’Infanzia presso la struttura modulare. Per garantire una maggiore autonomia tra i diversi gradi di istruzione, il Sindaco Emanuele Aufiero ha concesso, in data odierna, la disponibilità dei locali dell’Asilo Nido Comunale “Spazio Bambini e Bambine Pratola Serra”, situati in via Carmine Marano, per perl’allocazione della scuola dell’Infanzia. In un primo momento, l’asilo nido non era stato proposto in quanto si pensava che la situazione emergenziale migliorasse e si potesse riattivare il servizio nido, ma, stante le nuove restrizioni, la riattivazione del servizio risulta difficile. Alla luce di questa nuova disponibilità, si è deciso di ALLOCARE LA SCUOLA DELL’INFANZIA DI PRATOLA SERRA PRESSO I LOCALI DELL’ASILO NIDO COMUNALE DENOMINATO “SPAZIO BAMBINI E BAMBINE PRATOLA SERRA”, situato nei locali attigui alla scuola Secondaria. Tale decisione sarà confermata da un Consiglio d’Istituto straordinario che sarà convocato nelle prossime ore.

Per garantire un’autonomia dei diversi gradi di istruzione delle scuole e per garantire il diritto allo studio, si stanno proponendo nuovi spazi affinché l’anno scolastico possa avviarsi con adeguate misure di tutela e di accortezza volte al contenimento e alla diffusione del virus Covid-19”, commenta il Sindaco di Pratola Serra, Emanuele Aufiero. “A causa dell’emergenza, delle misure restrittive e degli ingressi scaglionati, per ora non si potrà garantire il servizio trasporto e il servizio mensa. Appena la situazione si allenterà e migliorerà, gli stessi saranno riattivati. Ciascuno di noi è chiamato a collaborare con senso di responsabilità e maturità, tenendo comportamenti di rispetto e attenzione verso se stessi e verso gli altri”.