PRATOLA SERRA. POSTE ITALIANE, RITIRO PENSIONI MESE DI LUGLIO

Il Sindaco di Pratola Serra Emanuele Aufiero comunica che, come per il mese precedente, da nota inviata da Poste Italiane, le pensioni del mese di luglio verranno accreditate dal giorno 24 GIUGNO.

Chi non può evitare di ritirare la pensione in contanti, dovrà presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal calendario seguente e gli orari di apertura dei diversi uffici del territorio:

– UFFICIO POSTALE DI PRATOLA SERRA CENTRO:

APERTURA DEGLI UFFICI AL PUBBLICO: dal lunedì al venerdì dalle ore 8:20 alle ore 13:45, il sabato dalle ore 8:20 alle ore 12:45;

I cognomi: dalla A alla B – mercoledì 24 giugno

dalla C alla D – giovedì 25 giugno

dalla E alla K – venerdì 26 giugno

dalla L alla O – sabato 27 giugno

dalla P alla R – lunedì 29 giugno

dalla S alla Z – martedì 30 giugno

– UFFICIO POSTALE DI SAN MICHELE DI PRATOLA sito in VIA PROVINCIALE 7:

APERTURA DEGLI UFFICI AL PUBBLICO: Lunedì – Mercoledì – Venerdì dalle ore 8:20 alle ore 13:45

I cognomi: Dalla A alla D – mercoledì 24 giugno

Dalla E alla O – venerdì 26 giugno

Dalla P alla Z – lunedì 29 giugno

– UFFICIO POSTALE DI SERRA DI PRATOLA sito in VIA DELLA LIBERTA’ 28:

APERTURA DEGLI UFFICI AL PUBBLICO: Martedì – Giovedì dalle ore 8:20 alle ore 13:45, Sabato dalle ore 8:20 alle ore 12:45.

I cognomi: Dalla A alla D – giovedì 25 giugno

Dalla E alla O – sabato 27 giugno

Dalla P alla Z – martedì 30 giugno

Ricordiamo l’importante convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il paese di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell’emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali.

Poiché l’emergenza Covid-19 non è ancora terminata, si raccomanda vivamente di recarsi alla posta solo per il disbrigo di questioni urgenti e indifferibili, di non creare assembramenti, di rispettare le distanze interpersonali di almeno un metro, di utilizzare i dispositivi di protezione individuali.