Positiva al Covid partorisce tre gemelli all’Umberto I

Positiva al Covid da alla luce i suoi tre gemelli. E’ la storia di una 37enne di Nocera Inferiore, incinta di due femminucce ed un maschietto.

A raccontare la vicenda è stato per primo un operatore del 118.

Secondo una prima ricostruzione, la donna avrebbe dovuto partorire non prima di settimana prossima. Ma le acque si sono rotte in anticipo ed è stata necessaria la corsa all’ospedale Umberto I. Il problema è che il nosocomio nocerino non è punto nascita per mamme Covid. Al suo arrivo, quindi, viene disposto il trasporto presso il Secondo Policlinico di Napoli. Arrivata lì, l’amara scoperta: le viene comunicato agli operatori sanitari che non vi sono posti disponibili.

La donna è quindi costretta a “tornare indietro” nel bel mezzo del travaglio mentre all’ospedale di Nocera medici e infermieri, allestivano la sala operatoria. I tre piccoli vengono alla luce, ma le condizioni del maschietto sono subito critiche. Pochi minuti dopo, il piccolo muore per un arresto cardiaco. Le due femminucce, invece, stanno bene. La prima è ricoverata nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale dell’Agro, l’altra è stata trasferita all’ospedale “Moscati” di Avellino. Ora la donna è in isolamento nel reparto di Ginecologia.

“Per me la sanità oggi ha raggiunto un livello molto basso, far stare in travaglio una ragazza di 37 anni per più di 3 ore senza sapere dove partorire credo che a tutti avrebbe dato un po’ fastidio – scrive l’operatore, come riporta rtalive.it -. La sanità per me in modo molto terra terra la descrivo cosi: ci vuole fortuna! Oggi noi abbiamo avuto la fortuna di trovare grandi persone ma soprattutto grandi dottori, a partire dalla dottoressa del pronto soccorso e a tutto il suo staff infermieristico, al grande primario di ginecologia e la sua coordinatrice. Nonostante tutto insieme si vince sempre..! Saut di Nocera Superiore Operativi Sempre”.