Pirateria: ecco cosa rischia chi usa il ‘pezzotto’

Addio partite di serie A, coppe europee, film di ultimissima produzione, serie tv.

Tutto oscurato per i 5 milioni di utenti abusivi che avevano comprato schede posticce per la visione on demand di contenuti generalmente offerti da Sky e Mediaset premium, Dazn, Netfix.

La frode colossale del ‘pezzotto’ è stata scoperta.

Ora rischiano multe salate anche i clienti, che potrebbero incappare in sanzioni fino a 25mila euro, oltre al rischio di reclusione da sei mesi a tre anni.

E’ caccia agli abbonati da parte degli inquirenti. L’inchiesta è nata a Roma, trasmessa a Napoli per competenza territoriale.