Pestaggio Giacobbe: carabinieri vicini all’identificazione del secondo aggressore

Continuano a ritmi serrati le indagini sugli episodi criminali – a poca distanza l’uno dall’altro – in città.

Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere pubbliche e private delle aree interessate.

L’obiettivo è dare un volto ai responsabili della bomba carta fatta esplodere all’auto di un imprenditore di Rione Mazzini e dei colpi di kalashnikov esplosi contro cinque auto parcheggiate nella stessa zona.

Ed ancora. L’aggressione all’assessore alla sicurezza, con delega allo sport e alla pubblica istruzione del comune di Avellino, Giuseppe Giacobbe.

Gli uomini dell’arma, coordinati dal colonnello Massimo Cagnazzo, al momento non ritengono che tra i tre episodi vi sia un collegamento.

Tuttavia, in merito al pestaggio a Giacobbe, i carabinieri del comando provinciale di Avellino, sarebbero vicinissimi all’identificazione anche del secondo aggressore.