Pastore evangelico: “Sono stato sedotto e ricattato”

“Sono stato sedotto e ricattato”. Questa la versione del pastore evangelico finito sotto accusa per aver ridotto in schiavitù e violentato diverse fedeli.

Nella mattinata di ieri, davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Avellino, è stata acquisita una lettera in cui l’83enne, chiaramente, sottolinea la sua innocenza.

“Il ricatto – si legge – era denaro in cambio del silenzio”.

Le violenze – ricordiamo – si sarebbero protratte per diversi anni in un comune dell’Alta Irpinia.

Il difensore dell’imputato, l’avvocato Giovanna Perna, ha annunciato che saranno prodotte anche delle video registrazioni che proverebbero l’assenza di abusi sessuali.

La prossima udienza è stata fissata a marzo, quando saranno ascoltati gli ultimi testimoni della difesa.

https://www.irpiniatimes.it/devi-fare-sesso-con-me-io-sono-langelo-in-aula-i-racconti-delle-vittime/

https://www.irpiniatimes.it/fai-sesso-con-me-e-dio-che-lo-vuole-ascoltate-alcune-vittime-del-pastore-evangelico/