Passa un giorno davanti alla PlayStation, bimbo ricoverato per epilessia fotosensitiva

Claudio ha una fissazione che lo ha portato ad essere ricoverato in ospedale.

La sua passione per la PlayStation gli è costata l’epilessia fotosensitiva, fenomeno sempre più in espansione tra i giovanissimi.

Il tutto in un paese del casertano.

“Una volta diagnosticata, l’epilessia fotosensitiva deve essere curata. A Claudio è successo con un videogame collegato alla televisione.

Da quel primo attacco epilettico, il bambino presenta talvolta brevi assenze mentre guarda la televisione; le assenze sono attacchi di intensità minore e limitati prevalentemente alle aree visive”.

Così Vittorio Porciatti, neurofisiologo e ricercatore Dipartimento di oftalmologia dell’Università di Miami.