PARTITA PERFETTA DELLA VIRTUS. 2-0 AL VICO E +1 SULLA ZONA PLAY OFF

La Virtus confeziona la gara perfetta e dopo i 4 gol di Battipaglia recapita a casa del Vico Equense un secco 2-0 per la seconda vittoria consecutiva in trasferta.

Continua la striscia positiva per i bianconeroverdi che nelle ultime 4 partite hanno portato a casa 8 punti, frutto di due vittorie e due pareggi. Che anche quella di Vico potesse essere una gara favorevole per i ragazzi di mister Della Rocca lo si capisce dalle prime battute del match. Al 11′ la prima occasione per la Virtusarriva da cross di Lippiello. Di testa si avvita Merola ma la palla finisce alta. Dalla sinistra un minuto dopo è Ripoli a prolungare di testa per Merola. La palla attraversa tutta l’area piccola ma il bomber bianconeroverde arriva in ritardo. La pressione della Virtus cresce di minuto in minuto e al 35′ la sblocca Cucciniello con un tiro di controbalzo dall’interno dell’area. Il sinistro di Cucciniello è potente e batte Munao in un mischione casalingo. Al 38′ Merola si fa ammonire per una simulazione che l’arbitro reputa evidente. Le maggiori preoccupazioni per il Vico arrivano tutte sul proprio lato destro dove Ripoli è incontenibile. Al 43′ ne fa le spese Martone che si becca il giallo e questa è l’ultima nota della prima frazione di gioco.

 

La ripresa inizia con il Vico che in 6 minuti cambia Savarese e Martone per Imperato e Limatola.

Al 12 vola Parisi a deviare in angolo la punizione di Schettino. Al 14’ primo cambio anche per la Virtus ed esce Ripoli per D’Avella. La gara della Virtus si impenna nuovamente proprio grazie all’ingresso dell’esterno che risulta decisivo al primo strappo quando serve in area Merola che batte di prima e raddoppia per la Virtus al 15. Il Vico corre ai ripari e al 16′ esce Correale ed entra Staiano. Al 21′ la Virtus si complica la vita e lo fa con il suo bomber Merola che commette un fallo ingenuo ed essendo stato già ammonito si accomoda anzi tempo negli spogliatoi. La partita perde di ritmo. La Virtus prova ad addormentarla. Crescono le interruzioni e la scarsa precisione della manovra costiera fanno il resto. Al 30’ il Vico potrebbe riaprirla ma il penalty in movimento di Schettino finisce clamorosamente a lato con Parisi battuto. Al 33′ esce Sannino ed entra Cinque. Al 35’ per la Virtus entra Da Silva per Genovese. Al 36’ fuga di D’Avella il suo destro viene respinto con il piedone da Munao che salva la porta del Vico. Sul cambio di fronte la Virtus deve ringraziare la dea bendata che sotto forma di palo si frappone tra il tiro di Guida e la porta difesa da Parisi. Dopo 5’ di recupero il triplice fischio decreta la vittoria virtussina, la seconda consecutiva in trasferta che ha il merito di togliere dalla zona playoff gli irpini che mercoledì affronteranno in casa il Castel San Giorgio, terza forza di questo campionato.