Parlato: “Adesso l’Avellino è consapevole della propria forza”

Carmine Parlato è un pò lo Special One della serie D. L’ex difensore dei lupi è un mago delle promozioni in questa categoria. Rieti, Padova e Pordenone alcuni dei successi dell’allenatore che aveva iniziato la stagione sulla panchina del Latina.

Da Padova dove vive, segue con affetto le sorti dell’Avellino: “Ho avuto modo di vedere molte partite della squadra di Bucaro – dichiara – .Nell’ultimo mese devo dire che è cambiata la testa di questo Avellino. Nei giocatori c’è la consapevolezza delle proprie forze. Gli avversari continuano a dare il massimo, ma Morero e compagni hanno trovato il giusto equilibrio mentale. La maglia dell’Avellino non pesa più come prima. Adesso la gara secondo me viene prepara molto meglio. Quando si insegue non è mai facile, ma sono convinto che la squadra biancoverde, può superare il Lanusei”.

Parlato in un recente passato è stato autore di una rimonta importante: “Quando ero alla guida del Pordenone, mi trovavo a -5 dall’Altovicentino nel mese di Marzo, riuscimmo a rimontare e vincere il campionato. La vittoria contro la capolista ha dato forza alla squadra. Chiaro che quando insegui non è mai facile. Ma la cosa più complicata in questo momento è pensare a se stessi. Non guardare a cosa fa la capolista. Lo so che non è semplice, ma bisogna riuscire a non pensare al fatto che il Lanusei gioca con tre giorni di anticipo. Se l’Avellino riesce a raggiungerli, dopo può essere un carrermato”.

Irpini concentrati solamente sul proprio lavoro: “Non bisogna pensare a cosaa fa il Lanusei Altrimenti si sprecano inutili energie mentali. Si deve guardare esclusivamente alla gara con l’Aprilia. Sono consapevole che non sarà semplice, ma è l’unico modo per continuare a fare bene”.