Pallini (Impegno Civico): “Ho portato avanti molte battaglie”

“Da deputata, in questi quasi 5 anni di legislatura, mi sono occupata essenzialmente di lavoro, imprese, giovani. Ho fatto parte della Commissione Lavoro, di cui sono stata anche capogruppo. Ho portato avanti molte battaglie ma mi piace ricordare un grande risultato raggiunto a favore dei lavoratori esposti all’amianto: siamo riusciti a mandare in pensione gli ultimi lavoratori che aspettavano da tempo di raggiungere questo traguardo-così Maria Pallini di Impegno Civico candidata alla Camera dei Deputati nei collegi plurinominali Campania 2-P02, Campania 2-P01 e Campania 1-P02.

“Ultimamente mi stavo occupando di smart working. Sappiamo bene quanto sia stato utile durante il lock down. Ero relatrice di un testo unico che, purtroppo, non vedrà l’approvazione finale a causa di chi ha deciso egoisticamente di far cadere il governo Draghi. Sono stata sempre vicina al mio territorio attraverso l’ascolto , producendo, tra l’altro, molte interrogazioni-continua.

“Un lavoro che ha prodotto risultati importanti e che mi ha spinto a candidarmi nuovamente alla Camera con Impegno Civico, la forza politica guidata da Luigi Di Maio. Una forza giovane, pronta ad affrontare le sfide che abbiamo dinanzi con responsabilità e realmente nell’interesse del Paese. Una forza politica che protegge cittadini e imprese dall’aumento di prezzi e bollette. Noi proponiamo un decreto Taglia Bollette che riduce i costi dell’80%, l’azzeramento dell’Iva su alimenti e beni di prima necessità, un salario minimo ed equo soprattutto per i giovani, un reddito di cittadinanza migliorato e potenziato, il riscatto della laurea gratuito almeno al 50%, lo scarico fiscale del 30% in merito alle spese con fattura per servizi e prestazioni professionali, una legge sul clima in modo da semplificare l’attuazione del PNRR sulle energie rinnovabili.  Per i nostri giovani, inoltre, proponiamo misure per evitare la fuga dal nostro Paese valorizzando le professionalità, l’anticipo zero e zero tasse sul mutuo prima casa. Noi di Impegno Civico vogliamo uno Stato più vicino a chi ha bisogno, che non ignori le necessità di chi quotidianamente deve vedere come sopravvivere. A queste persone con il Reddito di Cittadinanza, voluto dal ministro Di Maio all’inizio dell’attuale legislatura, abbiamo ridato dignità ed eliminarlo sarebbe una follia. Votare le liste solitarie di Conte e Calenda favorirebbe il centro destra che in questo momento così delicato per le imprese e famiglie minaccia irresponsabilmente di eliminare il RdC, una misura che aiuta concretamente più di 3 milioni di italiani e che ha strappato alla povertà un milione di persone. L’unico vero voto utile è quello dato ad Impegno Civico che, all’interno della coalizione progressista, salverà il RdC e lo migliorerà-conclude Maria Pallini.