Padre si scatta il ‘selfie’ davanti al figlio agonizzante

In Indiana, nella città di Bloomington succede dell’incredibile. Luis Posso, si scatta il selfie mentre il figlio agonizzante sta per morire. Il 12enne Eduardo Posso, dopo essere stato incatenato nella vasca da bagni e lasciato morire dai suoi genitori ha dovuto subire anche l’ultima umiliazione.

I genitori del ragazzo, due circensi, hanno lasciato che morisse di fame, negandogli acqua e cibo e lasciandolo sempre in casa solo, incatenato alla vasca da bagno. Quando i soccorsi si sono accorti delle condizioni del bambino era troppo tardi, il grasso corporeo era dello 0% ed era gravemente denutrito. Eduardo veniva liberato solo per distribuire i volantini del circo, per il resto era incatenato o costretto a stare al guinzaglio.

La coppia nega ogni forma di violenza, che sarebbe andata avanti per mesi, dicendo di averlo punito solo quando necessario, quando, come tutti i bambini, faceva i capricci. I due sono entrambi in carcere con l’accusa di abbandono di minore e dopo gli esiti dell’autopsia si stabilirà se saranno accusati o meno anche di omicidio. La coppia ha altri 3 figli di 9,5 e 2 anni, nessuno iscritto a scuola, e ora affidati ai servizi sociali. Leggo.it


Giovedì 6 Giugno 2019, 17:39