Ordigno bellico ritrovato al Fenestrelle, Genovese: “L’evacuazione riguarderà 15 mila persone”

Saranno 15 mila le persone che saranno evacuate ad Avellino per disinnescare l’ordigno bellico ritrovato nell’alveo del torrente Fenestrelle, in pieno centro cittadino.

Non solo però semplici residenti ma anche molte strutture come farmacie e altre attività dovranno chiudere i battenti.

Tra queste anche la Prefettura, che sta coordinando tutte le operazioni. La data dell’evacuazione non è stata ancora stabilita, ma i tempi non sono brevi.

L’assessore ai lavori pubblici Genovese spiega: “In attesa della rimozione della bomba ora di nuovo interrata faremo sapere il piano di evacuazione delle 15mila persone.

Nel raggio d’azione ci sono 17 chiese e luoghi di culto, 9 farmacie, 5 distributori di carburante, 5 strutture sanitarie, 5 scuole, 21 uffici pubblici, 1 albergo e 9 negozi di alimenti. Tutti dovranno essere evacuati, compreso Caserma dei Vigili del Fuoco e Prefettura.

Per quanto riguarda la città sarà evacuata tutta la parte di San Tommaso e Rione Mazzini”.