Omicidio Tornatore, ergastolo per Vietri

Omicidio Tornatore: ergastolo e isolamento diurno per due mesi per Francesco Vietri e sei anni di reclusione per Pasquale Rainone.

Questa la sentenza per i due imputati accusati dell’omicidio e della distruzione del cadavere di Michele Tornatore, il 64enne di Contrada trovato morto nella sua automobile successivamente data alle fiamme. L’uomo, in semilibertà, aveva lasciato la Casa Circondariale di Bellizzi il 4 aprile del 2016 per non farvi mai più ritorno. Tornatore aveva noleggiato un’auto che disponeva anche di un gps, l’aveva parcheggiata nell’area di sosta di un deposito di Montoro e qui sarebbe stato colpito da tre colpi d’arma da fuoco e poi trasportato nella discarica dove la vettura è stata data alle fiamme.

Questo il dispositivo di sentenza pronunciato dal giudice Luigi Buono alla presenza di numerose Forze dell’ordine a seguito delle minacce dell’esplosione di una bomba all’interno del Tribunale di Avellino.